“Costretta ad accettare la cattedra di ruolo a Modena mentre a Piacenza ci sono posti vacanti”

1 settimana fa 43
DBR - Data Breach Registry Web tool

Costretta ad accettare la cattedra di ruolo a Modena, mentre a Piacenza restano posti vacanti. E’ la storia di Daniela Benedetti, una prof che dopo anni di precariato, ha vinto il concorso per docenti del 2020. Come prima assegnazione, senza possibilità di rinuncia per almeno tre anni pena l’impossibilità di continuare ad insegnare la materia per cui si è vinto il concorso, le tocca però una scuola sui colli modenesi, a due ore e un quarto da Piacenza senza contare eventuali inconvenienti. Una vicenda che non rappresenta in realtà un’eccezione: sono diversi gli insegnanti che finiscono per essere assegnati, dopo il concorso, a una provincia diversa da quella di residenza. In tutto questo però si aggiunge la beffa: l’essere venuta a sapere che una collega di Modena, vincitrice della stessa classe di concorso, è stata assegnata a Piacenza. Fare uno scambio? Troppo facile per la burocrazia.

“Da una delle chat di cui continuavo a far parte, emerge una collega che mi dice: “Io sono nella tua stessa situazione, ma al contrario: da Modena mi hanno spedita sui colli piacentini” – racconta Daniela in un post pubblicato su Facebook -. Ora, potete immaginare il polv...

Leggi tutto questo Articolo

“Costretta ad accettare la cattedra di ruolo a Modena mentre a Piacenza ci sono posti vacanti”